Consumatori

Realizzato nell'ambito del Programma regionale generale di intervento 2013 con l'utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo economico

Enogastronomia di qualità

In Emilia-Romagna c'è un’agricoltura importante, un sistema agroalimentare tra i più avanzati a livello internazionale per la sua capacità di creare un continuo rapporto tra uomo, terra e tecnologia. Un sistema agroalimentare che racchiude nelle proprie radici un patrimonio unico di valori ed eccellenze.

La nostra Regione è stata tra le prime Regioni europee a dotarsi di strumenti per valorizzare la qualità dei prodotti invitando gli agricoltori a far propria questa idea.

I produttori hanno aderito alle denominazioni d’origine europee Dop, Igp e Stg e vitivinicole, mantenendosi su uno standard qualitativo di eccellenza, determinato dai rigorosi disciplinari di produzione.

La Regione ha integrato l'offerta creando propri marchi, ad esempio Qualità controllata. Sul mercato è possibile acquistare il pane QC, pane fresco, artigianale, garantito dal marchio QC e quindi ottenuto con tecniche di produzione integrata rispettose dell’ambiente e della salute dei consumatori.

Ha creato per i nostri prodotti un’identità specifica, un’agricoltura sostenibile rispettosa dell'ambiente e della salute dell'uomo.

Prodotti tipiciSalvaguarda il patrimonio gastronomico che affonda le radici nella tradizione e che rischia di scomparire a causa delle limitate quantità prodotte o del mutare dei gusti: i prodotti agroalimentari tradizionali, realizzati con metodi produttivi eseguiti in maniera simile e secondo le regole tradizionali per almeno 25 anni.

Ha creato strumenti per raccontare il proprio progetto di qualità: l'educazione alimentare coniuga le nostre eccellenze con l'esigenza di nutrirsi bene, fondamentale per la salute e la qualità della vita.

L'iniziativa Fattorie aperte, proposta ogni anno ai cittadini con apertura delle aziende agricole per alcune domeniche del mese di maggio, si colloca in una prospettiva di educazione permanente e rappresenta un’occasione utile per avvicinare il mondo agricolo alla città con l’obiettivo di vincere una sfida importante: quella della trasmissione dei saperi e dei sapori che caratterizzano un patrimonio agroalimentare di riconosciuta salubrità, tradizione e cultura.

Le fattorie didattiche, ormai più di 300, aderiscono ai programmi regionali di agricoltura sostenibile, con produzioni fortemente legate al territorio. Intendono avvicinare giovani e adulti alla campagna, riscoprire il legame che esiste tra la terra e la tavola, valorizzare i sapori e la cultura del mondo rurale, diffondere le produzioni biologiche e tipiche.

È impegnata, con vari progetti, nella promozione dei prodotti a qualità regolamentata.

Azioni sul documento
Pubblicato il 20/11/2013 — ultima modifica 20/11/2013
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it