Sezioni

Educazione alla sostenibilità

La scuola nel bosco

Una scuola d'infanzia innovativa che mette le bambine e i bambini in una relazione costante con la natura

Il legame con la natura, specialmente nella prima infanzia, è considerato importante sia sul piano educativo sia per la qualità della vita, non solo per far crescere bene e in salute le bambine e i bambini, ma anche per responsabilizzarli e incoraggiarli a proteggere il pianeta una volta diventati adulti.

La scuola nel bosco è una particolare e innovativa forma di scuola dell’infanzia dove non esiste un vero e proprio edificio: i bambini e le bambine sono infatti sempre all’aperto, anche pranzo e merenda, giocano con il bello e il brutto tempo, esplorano, leggono storie, disegnano, fabbricano oggetti con gli elementi del bosco.

È importante sottolineare che nessuna scuola nel bosco è uguale a un’altra. Non esiste una concezione comune, ma solo alcuni principi cui tutte le scuole fanno riferimento. Le peculiarità che caratterizzano tutte le scuole nel bosco sono, da un lato, il rapporto quotidiano con la natura: vivere in natura, affidarsi al ritmo delle stagioni, senza contare su un edificio quale sede della scuola dell’infanzia. Dall’altro, il costante riferimento al mondo delle esperienze del bambino e della bambina. Sono loro infatti a sperimentare in prima persona tutto ciò che accade attorno, ad adattarsi alle circostanze, ai cambiamenti, e a mettersi in relazione con coetanei e adulti in modo libero.

Il progetto cofinanziato dalla Regione Emilia-Romagna (Bando Infea 2010 ) da gennaio 2011 a giugno 2012 ha coinvolto diversi attori: alcuni Ceas (Fondazione Villa Ghigi, capofila, Centro Documentazione Pedagogico di  Casalecchio, Centro San Teodoro del Parco dell’Abbazia di Monteveglio), il Dipartimento di Scienze dell’Educazione dell’Università di Bologna, le associazioni Hamelin e Ottomani, numerosi insegnanti, diversi pedagogisti del Comune di Bologna, genitori e bambini di quattro sezioni di scuola dell’infanzia (le scuole 18 aprile e Ferrari di Bologna, la scuola Vignoni di Casalecchio e quella di Monteveglio) che hanno trascorso sei settimane all’interno dei parchi Villa Ghigi di Bologna, della Chiusa di Casalecchio e dell’Abbazia di Monteveglio.

Un percorso di ricerca-azione ha affiancato l’intero progetto concentrando l'attenzione sui vissuti dei bambini, degli insegnanti, degli operatori e dei genitori in relazione tra loro e con l’ambiente naturale. I risultati sono stati molti ed interessanti e possono essere letti tra i materiali del progetto.

Il progetto è sempre stato animato dall'idea e dall'impegno che la permanenza nel bosco non fosse considerata come una gita o una parentesi nella normale quotidianità, ma era la scuola che per due settimane (5 giorni consecutivi in autunno e 5 in primavera) cambiava il contesto ambientale circostante.

Il progetto è articolato in diverse azioni:

  • un percorso formativo rivolto a insegnanti, educatori, pedagogisti che ha precisato, valorizzando ruoli e competenze diverse, una metodologia di lavoro , fornendo suggestioni, spunti e strumenti educativi;
  • la sperimentazione con le scuole, con particolare attenzione posta sul gioco all’aria aperta e sul contatto con la natura come elementi importanti per la crescita dei bambini;
  • una ricerca curata dall'Università centrata nello specifico sui vissuti dei bambini, degli insegnanti, degli operatori in relazione tra loro e con l’ambiente naturale;
  • la documentazione che ha raccolto e organizzato testi, video e fotografie;
  • una serie di incontri pubblici di presentazione e divulgazione del progetto.

 

L’impegno messo in campo dalla scuola per governare e sviluppare, nel periodo tra le due settimane nel bosco, la relazione tra vita nel bosco e vita in sezione si è concretizzato, con il coinvolgimento di maestre, “dade” e genitori, attraverso una pluralità di attività ed esperienze riconducibili a due strategie principali: il ritorno al bosco e la conquista del giardino.

 

Materiali e approfondimenti

 

Responsabile del progetto

Stefania Bertolini

Servizio Comunicazione, educazione alla sostenibilità e strumenti di partecipazione

Azioni sul documento

pubblicato il 2015/08/26 15:05:00 GMT+2 ultima modifica 2015-09-11T13:58:00+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?