"Col casco non ci casco", via a campagna per l'uso del casco in bicicletta per i bambini

Sarà lanciata domenica 11 allo stadio Dall'Ara con un'iniziativa insieme al Bologna FC. Caschetti in regalo al pre-partita in Piazza della Pace

10.12.2016

Raffaele Donini, Mauro Sorbi, campagna "Col casco non ci casco"Centinaia di caschetti in regalo ai bambini per educare all’uso del casco in bicicletta. Tutelare i ciclisti, gli utenti più deboli della strada, partendo dai più piccoli e proteggerli dal rischio di danni gravi in caso di incidente è infatti l’obiettivo della campagna “Col casco non ci casco” realizzata dall’ Osservatorio per l’educazione alla sicurezza stradale della Regione Emilia-Romagna.  

La campagna sarà lanciata domenica 11 dicembre in occasione della partita Bologna-Empoli alle ore 15 e promossa con un’iniziativa organizzata insieme al Bologna Football Club allo Stadio Dall’Ara: in questa occasione i bambini che accompagneranno in campo le due squadre, prima del fischio di inizio, indosseranno il caschetto da ciclista con il logo della Regione e del Bologna.

Inoltre, presso Piazza della Pace (Bologna) dalle 12.15 alle 13.45 sarà allestito un percorso con biciclette messe a disposizione dalla Polizia municipale e, a tutti i bambini dai 6 ai 10 anni che parteciperanno alle prove, la Regione regalerà un caschetto.
L’iniziativa è stata presentata oggi presso il Centro Tecnico Nicolò Galli dall’assessore regionale alla mobilità e trasporti, Raffaele Donini, dal presidente dell'Osservatorio regionale per l'educazione alla sicurezza stradale, Mauro Sorbi, e dall’allenatore del Bologna FC, Roberto Donadoni.

  

La campagna “Col casco non ci casco”
Oltre ai caschetti saranno distribuiti depliant con informazioni sulla dotazione obbligatoria per le biciclette prevista dalla legge, indicazioni e regole per un corretto uso nelle strade delle città, consigli per viaggiare sicuri. 
Al centro della campagna, infatti, l’aumento della sicurezza per diminuire gli incidenti sulle strade, ma non solo. La Regione punta allo stesso modo a sensibilizzare gli utenti della strada e a incentivare comportamenti virtuosi, allineandosi ad altri paesi in Europa, partendo proprio dai bambini che diventano “sentinelle” e si fanno promotori di abitudini più sicure da estendere a tutti.

La campagna “Col casco non ci casco” parte dallo stadio di Bologna ma non si ferma qui: già nelle prossime settimane sono previste nuove iniziative in accordo con scuole e associazioni sportive della città per poi proseguire nel 2017 in tutta l’Emilia-Romagna
Informazioni aggiornate sulla campagna e sugli appuntamenti in programma sono disponibili sul portale regionale mobilità (http://mobilita.regione.emilia-romagna.it/). L’Osservatorio regionale della sicurezza stradale è anche su Twitter e Facebook @OssEducStradER.

Archivio news

Azioni sul documento
Pubblicato il 10/12/2016 — ultima modifica 10/12/2016
I commenti

“Siamo molto felici di questa iniziativa insieme al Bologna Calcio. Questa Regione punta molto sulla mobilità ciclabile-ha detto l’assessore Donini- come dimostrano le tante iniziative messe in campo da questa amministrazione, dal finanziamento di nuove velostazioni alla legge sulla mobilità ciclabile in arrivo. Ma la sicurezza, a partire proprio da quella dei più piccoli, è un obiettivo di primaria importanza- ha aggiunto-. Il nostro compito è continuare a rendere più sicure le nostre strade e a investire sull’educazione a comportamenti corretti. Con questa iniziativa, promossa dall’Osservatorio insieme al Bologna, li soddisfiamo entrambi”. 
“Occorre tutelare innanzitutto i bambini fra gli utenti deboli della strada, veicolando il messaggio che l'uso del caschetto riduce i danni in caso di incidente - ha affermato il presidente Sorbi-  Vogliamo rendere i minori delle “sentinelle” per raggiungere e sensibilizzare anche gli adulti al fine di diminuire, educando, l'incidentalità dell'utenza più vulnerabile, come incontrovertibilmente continuano ad attestare i dati raccolti per tipologia di veicoli di morti e feriti.” 

Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it