Sisma in centro Italia: inaugurata a Montegallo (Ap) la cittadella della solidarietà dell'Emilia-Romagna

L'intervento a tempo di record per ridare servizi essenziali alla comunità del comune marchigiano adottato dalla Regione. Il taglio del nastro con il commissario Errani

In sintesi

La  scuola,  la sede del Comune, un presidio medico-ambulatoriale con la farmacia, la sede del Corpo forestale, la chiesa. E’ la cittadella dell’Emilia-Romagna a Montegallo (Ap) costruita a tempo di record, in soli 17 giorni, grazie all’impegno di tecnici e funzionari dell’Agenzia di Protezione civile regionale, che hanno lavorato a fianco di un centinaio di volontari provenienti da tutte le province, e alle imprese che hanno donato moduli prefabbricati, lavoro e servizi. L'assessore Gazzolo al taglio del nastro, domenica 25 settembre, con il commissario Errani. Il presidente Bonaccini: "Rispettate a pieno le scadenze, stessa determinazione nella ricostruzione". 
Intanto, hanno superato 250mila euro le donazioni sul conto corrente unico regionale: IBAN IT69G0200802435000104428964

26.09.2016

22 settembre 2016, incontro con i bimbi della scuola di Montegallo per presentare i volontari del campoLa  scuola, la sede del Comune, un presidio medico-ambulatoriale con la farmacia, la sede del Corpo forestale, la chiesa.

E’ la cittadella dell’Emilia-Romagna a Montegallo (Ap) costruita a tempo di record, in soli 17 giorni, grazie all’impegno di tecnici e funzionari dell’Agenzia di Protezione civile regionale, che hanno lavorato a fianco di un centinaio di volontari provenienti da tutte le province, e alle imprese che hanno donato moduli prefabbricati, lavoro e servizi. Con un obiettivo: ristabilire tutti i servizi essenziali  e creare le condizioni per mantenere viva e coesa l’intera comunità locale.

Il primo Centro multifunzionale allestito nell’area del sisma in Centro Italia è stato inaugurato domenica 25 settembre dall’assessore regionale alla Difesa del suolo e Protezione civile, Paola Gazzolo, presente il sindaco Sergio Fabiani, il commissario alla ricostruzione, Vasco Errani, il capo del Dipartimento nazionale della protezione civile Fabrizio Curcio.

Il  taglio del nastro è stato seguito dalla celebrazione della Messa da parte di monsignor  Giovanni D'Ercole, vescovo di Ascoli Piceno. 

Collocato su un’area di 2500 metri quadri nel campo sportivo della frazione di Balzo nel Comune marchigiano adottato  dalla Regione, il Centro multifunzionale  è stato realizzato con 43 moduli prefabbricati riscaldati donati da aziende emiliano-romagnole, così come le tre lavagne luminose di cui sarà dotata la scuola elementare (il punto su campi sopralluoghi). Alla realizzazione dell’intervento hanno contribuito oltre al personale dell’Agenzia regionale di Protezione civile anche un centinaio di tecnici dei Coordinamenti provinciali di protezione civile di Piacenza, Parma, Reggio-Emilia, Modena, Bologna, Ravenna, Forlì-Cesena, Rimini, oltre che delle associazioni regionali Ana, Anpas, Federgev, Anc e Cri, e delle associazioni professionali Geoprociv e  ProIng. 

Hanno  intanto superato i 250 mila euro le donazioni arrivate sul conto corrente unico aperto dalla Regione per aiutare i territori colpiti dal sisma nell'Italia centrale.

Chiunque può inviare il proprio contributo sul conto: IBAN IT69G0200802435000104428964, dall'estero: BIC UNCRITM1BA2. Intestazione e causale: 'Emilia-Romagna per sisma Centro Italia'

I commenti

“Appresa la notizia del terremoto in Italia centrale, le lancette dell'orologio per noi sono tornate al 2012 -afferma l'assessore Paola Gazzolo- Da subito abbiamo assunto l'impegno di restituire la generosità ricevuta quattro anni fa, e quella che si inaugura oggi (ieri per chi legge, ndr) è davvero la cittadella della solidarietà frutto dell'impegno comune di istituzioni, volontariato, mondo delle imprese. Insieme abbiamo restituito a Montegallo il cuore della sua comunità, un luogo dove i cittadini potranno ritrovarsi anche per decidere in modo condiviso le fasi della ricostruzione e porre le premesse per un futuro più sicuro".

"La solidarietà organizzata, come quella messa in campo dall'Emilia-Romagna, è cuore e motore di una ricostruzione che pone al centro le comunità- ha detto il commissario per la ricostruzione Vasco Errani-. Il Governo e le Regioni hanno già deciso che tutti i danni saranno risarciti al 100% secondo un principio di equità: Chi ha diritto riceverà i contributi necessari, non un euro di più ma nemmeno un euro di meno".

“’In un mese- afferma il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, impegnato in visite in alcuni comuni dell’appennino piacentino- abbiamo ridato a Montegallo le sedi di servizi pubblici fondamentali per l’intera comunità, rispettando a pieno le scadenze che ci eravamo dati nei due sopralluoghi fatti, il primo subito dopo il sisma del 24 agosto. Gestita la prima emergenza con i campi allestiti e l’assistenza alla popolazione, il Centro inaugurato oggi (ieri per chi legge, ndr) riporta un minimo di stabilità per gli abitanti di Montegallo, penso alla scuola per i bambini, non più ospitata dentro una tenda, cittadini ai quali garantiamo adesso lo stesso impegno nella fase di ricostruzione, che ci vedrà impegnati con la altrettanta determinazione insieme al Governo e al commissario Errani. E voglio ringraziare ancora una volta i nostri volontari e tecnici della Protezione civile, il cui lavoro è stato ed è davvero straordinario. E un grazie anche a tutti coloro che stanno donando attraverso il conto corrente regionale, fondi che utilizzeremo per ricostruire edifici sicuri e che rendiconteremo fino all’ultimo centesimo”.

Raccolta fondi per sisma Italia centrale agosto 2016

Archivio news

Azioni sul documento
Pubblicato il 26/09/2016 — ultima modifica 05/10/2016
< archiviato sotto: , >
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it