Riecco il Porretta Soul Festival, la 30^ edizione dal 20 al 23 luglio

L'assessore Mezzetti: "Formula vincente, qualità musicale e capacità turistiche". Un volume e un doppio cd per il trentennale

06.07.2017

1L’anteprima con il Chicago Children’s Choir, mostre sui cimeli del soul, il premio “Sweet Soul Music”, iniziative enogastronomiche ma soprattutto tanta musica in un’atmosfera unica. La 30esima edizione del Porretta Soul Festival (premiato a Memphis con il Keeping the Blues Alive Award nel 2017) presenterà dal 20 al 23 luglio, a Porretta-Alto Reno Terme, una serie di artisti provenienti dalle città americane dove il soul e rhyhtm & blues sono nati e si sono sviluppati.

Tra le novità l’unica tappa italiana per The Original James Brown Orchestra con Fred Wesley, la prima volta in Italia del 76enne Willie Hightower, della scuola di Muscle Shoals, e poi grandi protagonisti del soul come Wee Willie Walker, il grande batterista Bernard Purdie, il cantante e attore Ricky Fanté, Carla e Vaneese Thomas per l’omaggio al padre Rufus nelcentenario della nascita. Ad accompagnare gli artisti sul palco la Antony Paule band.

 

Come seguire il festival 6

Per il quattordicesimo anno consecutivo LepidaTv riprenderà le stelle del Memphis sound che si esibiranno nella località termale emiliana. Nelle 4 giornate del festival, a partire dalle ore 20:00, le tecnologie a banda ultralarga gestite da Lepida SpA attraverso Lepida Tv permetteranno al Porretta Soul Festival di essere seguito in diretta in tutto il mondo in simulcast sul sito www.lepida.tv, in streaming sul canale YouTube http://www.youtube.com/user/lepidatv) e, in Emilia-Romagna, anche sul digitale terrestre canale 118.

“Grazie alle molteplici possibilità di interazione con i mezzi messi a disposizione – ha spiegato il direttore di Lepida spa, Gian Luca Mazzini- le visualizzazioni via Lepida Tv web delle 4 serate dello scorso anno sono state 1.000, mentre le visualizzazioni in differita via YouTube ad oggi sono state circa 7.700. Le visualizzazioni dei materiali registrati e messi a disposizione sull’on demand nel corso dell’anno sono state oltre 40.000”. “Quest’anno-ha concluso- si punterà a sottolineare quanto c’è di digitale nel festival con degli speciali che riprenderanno anche quello che succede fuori dal Rufus Thomas Park”.

Infine per festeggiare il trentennale del festival è stato pubblicato il volume “Soul City - Porretta Terme il festival e la musica”, di Edoardo Fassio, con prefazione di Renzo Arbore (collana Passion Pop, Edizioni Volo Libero). Inoltre è stato realizzato anche un doppio album celebrativo dei 30 anni del Festival: The best of Porretta Soul Festival/ 30 anniversary quale compilation ufficiale dell'edizione 2017. La tracklist dei 2 cd riporta eccezionali brani dal vivo delle più grandi star della musica soul che si sono esibite al festival, a partire da Rufus Thomas. Il libro e il cd saranno presentati nel corso della manifestazione.

I commenti

“Trent’anni sono un anniversario importante- ha affermato nell’incontro con la stampa in Regione l’assessore regionale alla Cultura, Massimo Mezzetti-, che testimonia la validità di una formula che ha saputo coniugare musica di qualità e capacità turistiche del territorio. Un unicum creato sull’Appennino emiliano e che ha valicato i confini europei, anche grazie alle dirette dei concerti realizzate in questi anni dalla Regione Emilia-Romagna attraverso la tv Lepida”.“Si va sempre di più verso una valorizzazione del nostro territorio attraverso la cultura musicale- ha aggiunto l’assessore- che è anche tra gli obiettivi della nuova legge regionale sulla musica, ora in fase di consultazioni, la cui approvazione è prevista a fine 2017”.

“E’ un orgoglio ospitare il festival- ha riferito la vicesindaco Elena Gaggioli- che ormai fa parte dell’identità di una comunità, capace di aprirsi al mondo con un’immagine cosmopolita”. Gaggioli ha sottolineato anche che “è stato fatto un grande sforzo da parte delle istituzioni per garantire la sicurezza di appassionati e famiglie”.

“Gli artisti del soul contano i giorni per venire ad esibirsi al Porretta Soul Festival- riferisce il direttore artistico Graziano Uliani-. Credo che questo fatto testimoni più di altro che il Festival, con i suoi 30 anni di attività, è divenuto nel tempo tra i più importanti e rappresentativi eventi musicali di soul and rhythm & blues a livello internazionale”.

Marco Tamarri, dirigente dell’Unione dei Comuni dell’Appennino bolognese ha sottolineato come le iniziative collaterali al festival previste con il progetto Soul Valley, siano un prolungamento fruttuoso del festival, creando un vero e proprio prodotto turistico per la valorizzazione della montagna.

Archivio news

Azioni sul documento
Pubblicato il 06/07/2017 — ultima modifica 06/07/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it