Attrattività, Elettric80 rilancia e assume con 1,2 milioni di fondi regionali

L'azienda reggiana realizzerà una nuova generazione di macchine automatiche: 60 nuovi assunti, di cui il 40% laureati

20.09.2017

Elettric80 2La ricerca, lo sviluppo e la realizzazione di una nuova generazione di sistemi di movimentazione e navigazione. È questo il cuore del Progetto Simon (Sollevamento, interfaccia, movimentazione e navigazione), nato all’interno del dipartimento R&S di Elettric80, azienda di Viano nel reggiano specializzata nella creazione di soluzioni automatizzate per aziende produttrici di beni di largo consumo, in particolare nei campi del food, beverage e tissue e per le industrie del comparto ceramico e della plastica. Il progetto è stato presentato questa mattina a Viano (Re) dall’azienda insieme all’assessore regionale alle Attività produttive, Palma Costi.

 

L’importo stanziato da Elettric80 per lo sviluppo del progetto R&S Simon è pari a 2 milioni 785 mila euro, di cui 1 milione e 228 mila euro dalla Regione attraverso un bando per l’insediamento e lo sviluppo di imprese previsto dalla Legge regionale sull'attrattività (14/2014) per la promozione degli investimenti in Emilia-Romagna.L’impatto occupazionale aggiuntivo garantito da Elettric80 in Emilia-Romagna sarà di 60 nuovi assunti, di cui il 40 per cento laureati.
Il progetto di Elettric80 si inserisce nel potenziamento della filiera innovativa di specializzazione in coerenza con gli obiettivi della S3, Smart specialization strategy della Regione, in particolare, all’interno del sistema della meccatronica e della motoristica, ambitoche caratterizza il territorio emiliano romagnolo.

Tra gli obiettivi dell’iniziativa quelli di favorire l’occupazione qualificata grazie alla collaborazione con le università e le scuole superiori emiliano romagnole, di valorizzare il territorio attraverso progetti di ricerca e innovazione ad alto valore aggiunto in linea con le finalità di “Industria 4.0” nonché di promuovere un significativo impatto economico sulla filiera produttiva, accompagnato da interventi a favore della sostenibilità ambientale e sociale.

“L’accordo di sviluppo con Elettric80 a cui stiamo dando seguito in base all’esito del primo bando sulla Legge regionale 14 del 2014- commenta l’assessore regionale alle Attività produttive, Palma Costi– dimostra la concretezza del nostro agire. Gli investimenti in ricerca e innovazione messi in campo oggi, così come quelli delle altre dodici imprese rientranti nella prima assegnazione di risorse, accresceranno la competitività del tessuto produttivo emiliano-romagnolo, aumenteranno l’occupazione diretta e rafforzeranno oltre alle imprese beneficiarie, il tessuto di piccole e medie imprese di subfornitura, punto di forza dei nostri distretti produttivi, ad esse collegate”.
“Inoltre- ha aggiunto la Costi-, L’esito di questo primo bando è la conferma sia della reattività delle imprese sia della attrattività del territorio regionale. Elementi questi amplificati dal Patto per il lavoro e le politiche regionali, che si stanno dimostrando la risposta giusta per favorire e accompagnare la crescita e la buona occupazione in Emilia-Romagna. Per questo continueremo a investire per far crescere i nostri distretti produttivi riconosciuti e apprezzati nel mondo”.

Infatti è in corso (scadenza della presentazione delle domande il prossimo 30 settembre) il secondo bando sempre legato alla Legge 14/2014, con oltre 8 milioni di euro, per le imprese che vogliano insediarsi o espandere la propria attività nel territorio regionale, puntando in questo caso a su investimenti collegati all’Industria 4.0, e quindi ad alto tasso di innovazione.
Il progetto Simon rientra nella più complessiva mission aziendale di Elettric80 di un “Programma di investimento pluriennale” (di oltre 10 milioni di euro) che punta a favorire investimenti nella ricerca, accompagnati da un importante impatto occupazionale aggiuntivo, una significativa innovatività con riferimento a tecnologie abilitanti e digitali e provata capacità di interconnessione con il sistema produttivo e di servizi regionale. L’investimento di Elettric80 deve completarsi entro il 2020 e va mantenuto nel territorio emiliano-romagnolo per almeno 5 anni.

Investimenti in infrastrutture e ricerca e sviluppo
Tra gli interventi, la riattivazione dello stabilimento industriale mediante ricostruzione ex novo dello stabilimento di Elettric80 (con sede in via Provinciale 42, a Viano), adottando soluzioni ecosostenibili: la struttura sarà adibita ad uffici tecnici, R&S, area collaudi e testing (circa 5 mila metri quadrati).
Lo svolgimento del progetto R&S triennale “Simon”, orientato a sviluppare una nuova generazione di veicoli automatici a guida laser che si integrano alla perfezione con il concetto di “Industry 4.0”, ovvero la “fabbrica intelligente” dove convivono automazione, integrazione dei processi logistici, completa tracciabilità, sostenibilità del business con una riduzione dell'impatto ambientale.

Archivio news

Azioni sul documento
Pubblicato il 20/09/2017 — ultima modifica 20/09/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it