Sezioni

Sicurezza nei luoghi di lavoro

Amianto - Le criticità più ricorrenti nella gestione del rischio: una guida operativa

Sergio Clarelli, in Ambiente&Sicurezza, Il sole 24 ore. N. 7 (2013), p. 1-19

L'inserto tratta l'accertamento della presenza dell'amianto all'interno degli edifici, siano essi privati o pubblici: questo è il primo obbligo per il proprietario o il gestore perchè solo così si può tutelare la salute delle persone che usufruiranno dell'edificio, senza incorrere in esposizioni non consapevoli. Questo accertamento va di pari passo con il censimento dell'amianto, previsto dalla normativa italiana. Eseguito l'accertamento e il censimento, è necessario procedere alla valutazione del rischio, ai sensi del decreto del Ministro della Sanità 6 settembre 1994.
Una figura centrale in tutto questo procedimento è il “responsabile rischio amianto”, nominato con compiti di controlli e coordinamento.
Si parla anche delle mancanze dello Stato Italiano in materia, come le agevolazioni e i contributi per i lavori di bonifica da amianto, o l'assenza della figura dell'ombudsman (termine di origine svedese che significherebbe “persona tramite”), ampiamente diffusa negli Stati Uniti, e che sopperisce alla capillare diffusione del problema e alle conseguenti e frequenti discordanti interpretazioni da regione a regione.
Seguono interessanti ed approfondite schede su:
- accertamento del rischio amianto;
- valutazione del rischio amianto;
- manutenzione e custodia dei manufatti contenenti amianto;
- figure professionali e soggetti qualificati per la gestione del rischio amianto;
- manutenzione delle canne fumarie in cemento-amianto e dei pavimenti in vinyl-amianto.

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?