Sezioni

Sicurezza nei luoghi di lavoro

Con il “decreto del fare” al via la miniriforma del TU

Autore: Mario Gallo, in Ambiente&Sicurezza, Il sole 24 ore. N. 18 (2013), p. 18-27

Dopo un acceso iter parlamentare, con legge 9 agosto 2013, n.98, è stato convertito con modifiche  il decreto legge 21 giugno 2013, n. 69, anche detto “decreto del fare”.
Questo provvedimento ha introdotto ulteriori numerose disposizioni che hanno interessato essenzialmente appalti, verifiche delle attrezzature, formazione, DURC, ed altri campi.
L'articolo prende in esame tutte queste modifiche, partendo da quelle del DUVRI che hanno interessato particolarmente i casi di esonero. Poi si tratta l'accesso di RLS e sindacati ai dati sugli appalti, la responsabilità solidale e le modifiche, soprattutto in campo di validità dopo il rilasci, di documenti quali il DURT e il DURC.
Un grande peso è stato dato anche alla sorveglianza sanitaria e alle certificazioni di idoneità obbligatorie per minori ed apprendisti.
E' stata introdotta inoltre la possibilità per i datori di lavoro che occupano fino a dieci lavoratori nei settori considerati a basso rischio, di redigere in alternativa al DVR, un modello semplificato denominato MVR.
Il regime si è anche semplificato per le imprese agricole e di piccole dimensioni, mentre si è aggiornato per le associazioni.
Tirando le somme, sono molte le novità introdotte dalla legge di conversione, ma diverse questioni restano ancora irrisolte come la rateizzazione delle sanzioni prevista per le piccole società.

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?