Sezioni

Sicurezza nei luoghi di lavoro

Malattie professionali: ecco i chiarimenti arrivati dall'INAIL

Mario Scola, in Ambiente&Sicurezza sul lavoro, Epc srl. N. 2 (2014), p. 36-41

L'articolo tratta la circolare che l'INAIL ha pubblicato per dare precisazioni sull'ipotesi di un aggravamento di una malattia professionale verificatosi dopo la scadenza del quindicennio. In questo caso viene specificato che dovrà essere considerata come nuova malattia, sempra che ricorra anche la continuazione, oltre la data di decorrenza della rendita già costituita, dell'esposizione all'agente patogeno che ha dato causa all'originaria patologia professionale.
Va premesso che il termine del quindicennio per la disciplina dell'aggravamento della malattia professionale corrisponde al principio di stabilizzazione dei postumi basato sulle acquisizioni della scienza medica, per cui si presume che oltre quel termine la tecnopatia non evolva né in meglio né in peggio. Questo ci fa capire come la scelta del Legislatore sia fondata quindi su rilievi di natura medica dai quali si è capito che un aggravamento della malattia dopo il quindicennio può essere dovuto solo al protrarsi dell'esposizione al rischio morbigeno. Quindi questo determina una “nuova” inabilità. Vengono poi fornite le istruzioni operative del caso. 

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?