Sezioni

Sicurezza nei luoghi di lavoro

Spazi confinati l'organizzazione delle attività quando i lavori sono eseguiti in proprio

Antonio Fucile, in Ambiente&Sicurezza sul lavoro, Epc srl. A. XXXII n. 3 (2016), p. 58 - 63

Per i lavori in spazio confinato che si effettuano all'interno della propria azienda, il datore di lavoro, ai sensi dell'art. 28 del D.L 81/2008, nella fase di valutazione dei rischi, avrà il compito di individuare e valutare tutti quelli connessi alla propria attività, sia durante le normali lavorazioni, sia durante le manutenzioni ed in generale per tutte gli eventi non routinari. La necessità di individuare le attività e gli spazi che espongono i lavoratori a questa particolare tipologia di rischio deriva dal fatto che una delle maggiori criticità del processo di valutazione e di riduzione dei rischi sta proprio in questo. Al fianco di luoghi facilmente individuabili come confinati sono infatti da valutare una serie di luoghi che non sono immediatamente riconoscibili come tali. In Italia non esiste una precisa e univoca definizione di spazio confinato. Infatti sono disponibili diverse linee guida che tentano di definirli. Tutte queste definizioni hanno però in comune l'impossibilità di dare una descrizione precisa ed univoca di cosa sia uno spazio confinato. I riferimenti da usare in ogni caso, per una corretta individuazione di questi luoghi, li ritroviamo sempre nel DPR 177 del 2011.

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?