Terremoto, la ricostruzione

Prosegue la ricostruzione di abitazioni e imprese

Concessi contributi per oltre 3,1 miliardi di cui liquidati 1 miliardo e 751 milioni

Bologna - La ricostruzione privata, case e imprese, sta procedendo. Secondo i dati relativi alla ricostruzione registrati (aggiornamento 1 settembre 2016)  dal sistema Mude (Modello unico digitale per l’edilizia) relativo alle abitazioni e dal sistema telematico Sfinge (portale riservato alle imprese) per quanto riguarda le imprese colpite dal sisma del maggio 2012, sono stati  concessi contributi per oltre 3,1 miliardi e liquidati 1 miliardo e 751 milioni.

I dati sono pubblicati nel sito http://www.regione.emilia-romagna.it/terremoto sul portale ER.

 Abitazioni. La ricostruzione degli immobili privati registra un totale di 1,844 miliardi di euro di contributi concessi e 1,154 miliardi erogati. Nello specifico su un totale di 9.371 progetti presentati ben 7.135 hanno ottenuto il contributo: ripristinate 11.279 abitazioni e 3.070 attività economiche ( corrispondenti a 4.552 cantieri conclusi ) permettendo il rientro nelle abitazioni di 20.142 cittadini.

 Imprese. La ricostruzione delle attività produttive - il ripristino degli immobili danneggiati e dei beni strumentali, delocalizzazione temporanea delle attività, ripristino delle scorte e dei prodotti - registra un totale di 3.508 domande attive per le quali sono stati emessi 2.371 decreti di concessione per un totale di 1 miliardo e 293 milioni di euro di contributi, di cui 597,6 milioni  liquidati. Entro il 31 dicembre 2016 tutte alle pratiche in itinere, se hanno i requisiti, sarà concesso il contributo.

Oltre ai contributi per la ricostruzione delle imprese quelli del fondo Inail a favore delle aziende con carenze strutturali nei capannoni e per le quali occorra aumentare la sicurezza. Sulla dotazione messa a disposizione  (per imprese con carenze strutturali nei capannoni) si registrano 1.103 domande presentate: sono state concessi contributi per quasi 30 milioni di euro a 873 imprese.

 Assistenza. Ad oggi i nuclei assistiti sono 2.938, rispetto ai 16.547 iniziali. Ad oggi 81 famiglie sono ancora alloggiate nei moduli abitati provvisori: per queste situazioni è prevista a breve la chiusura definitiva.

 La ricostruzione pubblica. Il Programma delle Opere pubblici e dei Beni culturali  nella sua ultima configurazione  stima  risorse per circa 1,562 miliardi di euro per circa 2008 interventi. Al momento le risorse messe a disposizione, tra fondi del Commissario e cofinanziamenti è pari a circa 1,073 miliardi  per 1524 interventi. Risultano quindi ancora necessari circa 500 milioni di euro per completare la ricostruzione pubblica. Dei 134 soggetti attuatori coinvolti (Comuni, Diocesi, Acer, Asp, Ausl, Università, eccetera)  60 hanno totale copertura finanziaria e altri 27 hanno a disposizione risorse superiori al 75% dell'ammontare delle proprie esigenze. Dei 1331 progetti presentati (per 938 milioni) 973 sono stati approvati (486 milioni)  e per 714 di questi i cantieri o sono già iniziati o sono di prossimo inizio.

Azioni sul documento
Pubblicato il 07/09/2016 — ultima modifica 07/09/2016
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it