Ufficio Relazioni con il Pubblico

La Regione contro la corruzione nella pubblica amministrazione

La Regione Emilia-Romagna ha attivato una serie di iniziative per prevenire e ridurre il rischio corruzione. In particolare la Giunta regionale e l’Assemblea legislativa hanno individuato i rispettivi responsabili della prevenzione della corruzione e predisposto i propri piani di prevenzione della corruzione.

 I Piani riguardano:

  • le strutture della Giunta e dell’Assemblea legislativa;
  • le agenzie e gli istituti regionali;
  • gli enti pubblici non economici regionali convenzionati, cioè i consorzi fitosanitari  provinciali di Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena e l’Azienda per il diritto agli studi superiori (ER-GO).

 

Il Piano prevede misure obbligatorie per la tutela della legalità, ad esempio:

 

I Responsabili della prevenzione della corruzione

La Giunta regionale e l’Assemblea legislativa hanno recepito le norme nazionali in materia di anticorruzione e nominato i responsabili della prevenzione della corruzione.

I responsabili hanno il compito di elaborare le proposte di Piano, di vigilare sulla sua attuazione e di aggiornarlo annualmente.

I responsabili sono:

  • per le strutture della Giunta regionale, Maurizio Ricciardelli, responsabile del servizio Affari legislativi e aiuti di Stato;
  • per le strutture dell’Assemblea legislativa, Anna Voltan, responsabile del servizio Segreteria e affari legislativi.

 

Come segnalare un fatto illecito

Chi ritiene di essere a conoscenza di un fatto illecito che coinvolge l'Amministrazione regionale può segnalarlo ai responsabili della prevenzione della corruzione.

 

Per approfondire

Azioni sul documento
Pubblicato il 05/06/2014 — ultima modifica 20/02/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it