Sezioni

Mediazione e conciliazione

Mediazione civile e commerciale

La mediazione civile e commerciale (in inglese Alternative Dispute Resolution o ADR) ha la finalità di ricercare un accordo amichevole tra due o più soggetti per la risoluzione di una controversia legale.

La mediazione civile e commerciale può essere

  • facoltativa: quando viene lasciata alla libera determinazione delle parti in conflitto e può essere intrapresa prima o durante il processo, senza limiti di tempo competendo al mediatore farla procedere in tempi brevi e in modo efficiente.
  • giudiziale o delegata: quando è il giudice ad invitare le parti ad attivare il procedimento di mediazione. Il giudice , anche in sede di giudizio di appello, valutata la natura della causa, lo stato dell'istruzionee il comportamento delle parti, può disporre l'esperimento del procedimento di mediazione fino all'udienza di precisazione delle conclusioni, o, se tale udienza non è prevista, prima della discussione della causa.
  • obbligatoria: chi intende esercitare in giudizio è tenuto ad esperire il tentativo di mediazione se la controversia è relativa a:
    • condominio
    • diritti reali
    • divisione
    • successioni ereditarie
    • patti di famiglia
    • locazione
    • comodato
    • affitto di aziende
    • risarcimento del danno derivante da responsabilità medica e sanitaria e da diffazione con il mezzo della stampa o con altro mezzo di pubblicità
    • contratti assicurativi, bancari e finaziari

Nelle materie sopra elencate la mediazione è obbligatoria, secondo quanto prevede la legge 21 giugno 2017, n. 96.

Guarda il video di promozione sulla Conciliazione

Azioni sul documento

pubblicato il 2013/05/14 15:30:00 GMT+2 ultima modifica 2018-02-01T13:17:59+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?