Sezioni

La Regione Si-cura di sé

Vista da vicino del 18 ottobre 2013

Anno: 2013

 

Siamo sicuri in regione riguardo alle merci importate, alla presenza di organismi nocivi nelle piante, a piene, frane e smottamenti? E' questo l'argomento della puntata di Vista da Vicino, il magazine dedicato ai fatti, alle politiche ed agli eventi della Regione Emilia-Romagna, in onda al termine di questa edizione del telegiornale, che approfondisce quanto viene fatto in termini di controllo e prevenzione sul territorio. La trasmissione ha seguito i controlli al porto di Ravenna, le analisi su alimenti e piante al laboratorio Fitosanitario di Bologna, i lavori in un cantiere a Predappio su rischi idrogeologici, il vivaio Castellaro a Galeata nel forlivese che produce e distribuisce gratuitamente alberi per il imboschimento e il Cerpic di Tresigallo, nel ferrarese, cuore della capacità di risposta all'emergenza della Protezione Civile regionale. Quello della sicurezza è un sistema invisibile che lavora 24 ore su 24 e che trova il suo momento di aggregazione e discussione il 21 e il 25 ottobre nella settimana della sicurezza.

Trascrizione


Ermanno Muolo – Giornalista Voce Narrante

Siamo sicuri che le merci che arrivano da lontano non contengano organismi nocivi? Che le piante non abbiano malattie? E riguardo a piene, frane, smottamenti? Siamo sicuri? Al nostro arrivo al Porto di Ravenna scopriamo che tutto quanto arriva dal mare, e si tratta di una quantità impressionate di merci ogni giorno, è sottoposto a controlli rigorosi e continui.

Alberto Contessi – Responsabile Servizio Fitosanitario Regione Emilia-Romagna

Il nostro compito principale è impedire che arrivino degli organismi nocivi all'ambiente in generale, in particolare alle foreste e alle piante. Qui si può fare soltanto un controllo visivo poi, quando si tratta di cercare batteri, virus, quindi microorganismi, facciamo anche analisi di laboratorio e i nostri laboratori sono presso la sede di Bologna.

Ermanno Muolo – Giornalista Voce Narrante

La tappa successiva è dunque ai laboratori fitosanitari di Bologna. Qui, oltre a controllare i prodotti provenienti dal Porto di Ravenna, vengono rilasciati i certificati per le merci che devono essere esportate, controllate le aziende che producono e commercializzano vegetali e verificate le piante da frutto. Arriviamo a Predappio, un cantiere si sta occupando della messa in sicurezza di un centro abitato, messo in difficoltà da un terreno non stabile.

Ivan Malpezzi – Servizio Tecnico Bacino Emilia-Romagna

L'intervento è mirato alla riduzione del rischio idrogeologico che in particolare investe il territorio a gli edifici su cui si erge questa parte di abitato di Predappio alta.

Ermanno Muolo – Giornalista Voce Narrante

E' l'esempio di un intervento di manutenzione del territorio, attività svolta tutto l'anno dal Servizio Difesa del suolo, della costa e della bonifica, che si occupa appunto di interventi in aree a rischio idrogeologico elevato, di fronteggiare l'erosione costiera, e di mitigare i rischi presso i nodi idraulici critici. A Galeata, nel forlivese, visitiamo il vivaio Castellaro, dove scopriamo che la sicurezza di territorio e ambiente si costruisce anche allevando piante. Qui vengono infatti prodotti alberi poi concessi gratuitamente ad Enti pubblici e privati per operazioni di imboschimento.

Fausto Ambrosini – Servizio Parchi e Risorse Forestali Regione Emilia-Romagna

Produrre piante forestali e ampliare le superfici boscate o le superfici a verde pubblico, sopratutto in pianura, è uno degli obiettivi che concorre alla qualità del territorio e alla qualità della vita.

Ermanno Muolo – Giornalista Voce Narrante

A Tresigallo, Ferrara, visitiamo il Centro Regionale di Protezione Civile, il cuore della capacità di risposta alle emergenze dell'Emilia-Romagna.

Stefano Ferroni – Servizio Prevenzione ed Emergenze Ce.R.Pi.C. Tresigallo

La Protezione Civile si è allargata ad interventi di vario tipo: dall'emergenza aviaria, ai campi base per l'emergenza sisma, alle emergenze idrauliche, chimiche e quindi abbiamo attrezzature per poter rispondere a tutte queste emergenze.

Ermanno Muolo – Giornalista Voce Narrante

Qui capiamo anche come per garantire la sicurezza degli altri, si debba necessariamente partire dalla sicurezza di chi per la sicurezza lavora.

Marino Cestariolli – Servizio Prevenzione ed Emergenze Ce.R.Pi.C. Tresigallo

Dobbiamo portare sicurezza nel territorio ma la prima sicurezza ce la dobbiamo portare dentro di noi. È una filosofia che ci sta accompagnando nel tempo anche grazie ai supporti dei nostri collaboratori e tecnici che ci sono in Regione.

Ermanno Muolo – Giornalista Voce Narrante

Una cultura della sicurezza dunque, trova il suo momento di discussione e aggregazione nella settimana della sicurezza.

Lorenzo Broccoli – Direttore Generale Organizzazione del Personale Sistemi Informativi e Telematica Regione Emilia-Romagna

Sono quei momenti in cui ci si, fra virgolette, ferma un attimo a riflettere sulle cose fatte, sulle cose ancora da fare e sopratutto si riescono a vedere questi collegamenti cioè la sicurezza dei cittadini, la sicurezza dei lavoratori, il rapporto tra i lavoratori della Regione che sono sul territorio e i colleghi che lavorano negli uffici.

Ermanno Muolo – Giornalista Voce Narrante

E dunque siamo sicuri? C'è un sistema regionale invisibile che quotidianamente, 24 ore su 24, lavora in sicurezza per la sicurezza di tutti. Siamo sicuri.

Azioni sul documento

pubblicato il 2013/10/18 00:00:00 GMT+2 ultima modifica 2018-03-15T18:00:14+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?